Seguici sui nostri social!

Crediamo nell'informazione, promuoviamo l'accoglienza, investiamo nella formazione per stimolare le potenzialità del singolo, incoraggiare lo scambio tra culture, favorire una convivenza pacifica.

nuovo progetto SCUP sulla comunicazione!

𝘊𝘰𝘮𝘶𝘯𝘪𝘤𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘯𝘦𝘭 𝘯𝘰 𝘱𝘳𝘰𝘧𝘪𝘵 𝘵𝘳𝘢 𝘴𝘵𝘳𝘢𝘵𝘦𝘨𝘪𝘢 𝘦 𝘪𝘯𝘯𝘰𝘷𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 è il nostro nuovo progetto di servizio civile in cui si viaggia nel mondo dell'accoglienza e dell'inclusione sociale e si coltiva la comunicazione come attitudine umana e sociale, come lavoro di gruppo e pensiero collettivo, come espressione di cose complesse con parole semplici e immagini efficaci con l'obiettivo di narrare storie, esprimere valori universali e buone pratiche, dare voce a chi a volte non ha voce.

📌 Il progetto ha durata di un anno a partire dall'1 settembre 2022 e accoglierà un/a giovane in servizio civile
📆 Hai tempo per candidarti fino a lunedì 25 luglio

ℹ️ Contatti: Maja 349 1774901 | comunicazione@atas.tn.it
Trovi il progetto completo e maggiori informazioni a questo link

nuovo progetto di servizio civile!

Al nostro nuovo progetto di servizio civile "Lavoriamoci insieme: orientare alla ricerca del lavoro e alla digitalizzazione" avrai un anno per sperimentarti nel supporto alle persone nella ricerca lavoro e nell'aumento delle loro capacità digitali. Avrai l'opportunità di metterti in relazione con culture, nazionalità, età e generi diversi.

📌 Il progetto ha durata di un anno a partire dall'1 settembre 2022 e accoglierà due giovani in servizio civile
📆 Hai tempo per candidarti fino a domenica 10 luglio

ℹ️ Contatti: Valentina 342 5049318 | valentina.iseppi@atas.tn.it
Trovi il progetto completo e maggiori informazioni a questo link

assemblea annuale e nuovo cda

Sabato 28 maggio si è tenuta l'Assemblea annuale di Atas. È stata l'occasione per fare il punto a fine consigliatura su un triennio difficile e su uno nuovo che inizia all'insegna della guerra alle porte di casa. Partendo dai nostri valori di sempre Accoglienza, Comunità, Informazione e Lavoro abbiamo ragionato e condiviso come si muoverà Atas nei prossimi anni. Sono stati eletti i membri del nuovo Consiglio d'Amministrazione che rimarrà in carica per il triennio 2022-2025: Matteo Bazzocco, Loredana Camin, Massimo Giordani, Francesco Modenese, Elena Pasollim, Violetta Plotegher, Cristina Rizzo, Ottavia Refatti e Nicola Sartori.  A breve il bilancio sociale presentato quel giorno sarà disponibile sul nostro sito. L'8 giugno si è riunito il primo consiglio che ha confermato Violetta Plotegher nella carica di Presidente e Massimo Giordani in quella di Vicepresidente.

laboratorio di cittadinanza: tavole rotonde

Il Laboratorio di Cittadinanza è un progetto, pensato nella più ampia cornice della settimana civica, che stimola il confronto sul tema della cittadinanza attiva, attraverso la condivisione di esperienze e pensieri di chi in prima persona opera attivamente sul territorio.
Vi invitiamo a partecipare ai momenti di restituzione di questo progetto:

27 aprile alle 17:30 - 19:30 | Urban Center
LA CITTADINANZA CHE CURA… ambiente, spazi e territorio
Quando ə singolə, i gruppi e le associazioni si attivano

3 maggio alle 17:30 - 19:30 | Urban Center
LA CITTADINANZA CHE CURA… persone, relazioni e quartieri
Quando ə singolə, i gruppi e le associazioni si attivano

5 maggio alle 17:30 - 19:30 | Urban Center
LA CITTADINANZA CHE CURA… pensiero, cultura e azioni
Quando ə singolə, i gruppi e le associazioni si attivano

Maggiori informazioni a questo link

ATAS APRE IL PORTONE A ROVERETO!

Nell'ambito dell'iniziativa "Portoni aperti- aspettando San Marco" organizzata dal Distretto San Marco di Rovereto, anche Atas aprirà il suo portone! Vi aspettiamo alla nostra sede di Rovereto in via della Terra 49 dalle ore 16.

Atas si presenta! Attraverso il gioco scopriamo i temi dell'Abitare e delle Migrazioni. Per tutti.

SELEZIONE PER GRADUATORIA OPERATORI SOCIALI

Atas onlus vuole costituire una lista/graduatoria di educatori/operatori sociali alla quale attingere nel prossimo semestre nella prospettiva di un ampliamento dell'Area Migrazioni Forzate (principalmente in funzione di nuovi servizi di accoglienza legati all'emergenza Ucraina) o di sostituzioni di lungo periodo nella stessa area e nell'Area Abitare e Vulnerabilità, che si occupa di accoglienza di senza dimora, nuclei (mono)famigliari, donne vittima di violenza, singoli e famiglie in stato di disagio abitativo.

Descrizione del ruolo: accompagnare gli ospiti a raggiungere autonomia e indipendenza, gestendo la struttura residenziale in una logica di convivenza interna e con il territorio; co-progettazione e monitoraggio del PEI; accompagnamento ai servizi; attivare e mantenere reti con il territorio; gestione sportello informativo e di orientamento al lavoro.

Caratteristiche: in quanto obbligatorio per legge nella gestione di alcuni servizi, costituirà elemento di assoluta preferenziale il possesso di:
  • Diploma di laurea di Educatore Professionale socio-pedagogico o socio-sanitario;
  • Qualifica di Educatore socio-pedagogico a seguito di formazione di 60 crediti universitari ex legge n. 205 del 29.12.2017;
  • Iscrizione all'elenco speciale dell'Albo dei TSRM POSTRP.
A seguire:
  • conoscenza di almeno una lingua tra Inglese, Francese, Arabo, Urdu, Ucraino o Russo, altre lingue africane o del sud-est asiatico;
  • esperienza significativa nei settori di intervento (accoglienza di cittadini stranieri, richiedenti protezione internazionale o persone in condizione di marginalità, nuclei famigliari);
  • capacità di problem-solving, gestione dello stress, lavoro in equipe.

Trattamento contrattuale: l'assunzione sarà a tempo determinato (indicativamente 6 mesi rinnovabili o in relazione ai tempi della sostituzione) part-time o full-time e l'inquadramento al livello D1 o D2 del CCNL delle cooperative sociale, in base al titolo/qualifica e l'esperienza.

Candidature e selezioni: inviare CV e lettera di motivazione ad info@atas.tn.it entro giovedì 28 aprile 2022.

I colloqui di selezione si terranno la settimana tra il 2 e 6 maggio 2022.

NB: saranno contattati solo i profili selezionati per i colloqui.

Pace e nonviolenza: il protagonismo dal basso

Martedì 5 aprile alle 17 si terrà online il convegno "Pace e nonviolenza: il protagonismo dal basso per un’Europa solidale"

Interventi:
📍 "La mobilitazione della società civile nei Balcani, dalla solidarietà nei conflitti alla cooeprazione decentrata" di Marco Abram e Stefano Rossi, Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa
📍 "Il disarmo: strategia necessaria per la pace" di Lisa Clark, Beati costruttori di pace/Rete italiana Pace e Disarmo
📍 "La difesa popolare nonviolenta" di Massimiliano Pilati, Forum trentino per la pace/Movimento nonviolento
📍 "Il servizio civile è ancora uno strumento di pace? " di Giovanni Rende, Presidente della Consulta nazionale del Servizio Civile Universale

Porta i saluti della Presidenza Marina Galati, vice presidente CNCA nazionale
Coordina Alice Pistolesi, giornalista, Associazione 46° parallelo/Atlante delle guerre
Conclude Gigi Nardetto, Pace e cooperazione CNCA
L'evento si terrà su piattaforma zoom e in diretta sulla pagina facebook del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza - CNCA
Per iscriversi: link

AGGIORNAMENTI DALL'AREA CONSULENZA CINFORMI

Diamo il benvenuto nel team di Atas alle nuove colleghe e mediatrici linguistiche Oksana Artymovska e Hanna Shevtsiv. Saranno di rinforzo nell'Area "Consulenza e Cinformi" di Atas direttamente coinvolta nel rispondere all'Emergenza Ucraina attraverso il lavoro degli sportelli e il coordinamento con le diverse realtà territoriali. Sul sito di Cinformi: www.cinformi.it si possono trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sull'emergenza Ucraina e il sistema di accoglienza trentino.

EMERGENZA UCRAINA: IL TRENTINO SI MOBILITA

L'area "Consulenza e Cinformi" di Atas in questi giorni è direttamente coinvolta nel rispondere all' Emergenza Ucraina attraverso il potenziamento degli sportelli e il coordinamento con le diverse realtà territoriali. ‼️ Alcune informazioni e aggiornamento daL sito di Cinformi Immigrazione Contatti ✅ per informazioni su accoglienza e assistenza alla popolazione di nazionalità ucraina: numero verde Protezione Civile trentina 800867388 (selezionare “2”); il numero è attivo dal lunedì al sabato, con orario 08.00 – 18.00 ✅ per segnalazioni di privati, associazioni e/o volontari riguardo a disponibilità di vario genere da parte della comunità: CSV Trentino (Centro Servizi per il Volontariato) – tel: 0461916604; info@volontariatotrentino.it; ✅ per informazioni riguardanti l’accoglienza di persone/famiglie ucraine giunte autonomamente sul territorio e per comunicare la disponibilità, specificatamente, di strutture/alloggi per l'accoglienza: Cinformi - tel: 3316299111; mail: info@cinformi.it. ✅ Vaccinazione Covid-19 Per effettuare la prima o le successive vaccinazioni, o per l’eventuale riconoscimento di vaccinazioni fatte all'estero, i profughi ucraini arrivati in Trentino devono compilare il modulo che si trova al seguente link: shorturl.at/lwBP0 , inviarlo all'indirizzo mail igienepubblicatrento@apss.tn.it e presentarsi il giorno successivo al Drive through vaccinale di Mattarello (Trento sud), in località S. Vincenzo. In quella sede, i sanitari comunicheranno ai cittadini ucraini l’eventuale validità del loro stato vaccinale o la necessità di procedere, sul posto, alla vaccinazione. Tale percorso (compilazione del modulo ed eventuale vaccinazione) non si rende necessario per i cittadini ucraini in possesso di Green pass valido.

Con l'entrata in vigore del decreto legge nazionale numero 1 del 7 gennaio, si introduce dal 1° febbraio 2022 anche per gli utenti degli uffici pubblici e degli uffici collocati nelle strutture provinciali, quindi anche gli uffici Atas di Via Lunelli 4, l'obbligo di green pass base (ottenibile da tampone negativo in corso di validità, oltre che da vaccinazione e guarigione). Al controllo diretto del green pass base di tutti i visitatori con le modalità (totem o app su smartphone) già in uso per i dipendenti, provvederà il personale assegnato alle portinerie dei palazzi provinciali presidiati o in assenza, il personale appositamente individuato dai dirigenti.

NUOVO PROGETTO SCUP ALLO SPORTELLO CINFORMI!

C'è un nuovo progetto WeScup - il servizio civile trentino ad Atas!
Fattore I: l'informazione per un'immigrazione consapevole è il nuovo progetto SCUP in cammino con l'equipe Atas allo Sportello Cinformi, per un'esperienza di Servizio Civile tra mondi, persone, storie e norme.
Candidati entro il 31 gennaio 2022! Vai sul sito del servizio civile provinciale e
1. iscriviti allo SCUP (Servizio Civile Universale Provinciale)
2. candidati al nostro progetto "Fattore I: l'informazione per un'immigrazione consapevole"
Il progetto ha durata di 12 mesi e partirà il primo marzo 2022. Vedrà coinvolto/a 1 giovane in servizio civile.
Per avere maggiori informazioni sul nostro progetto visita questo link o contatta la referente Cristina Rizzo (cristina.rizzo@atas.tn.it - 3665837855)

Progetto "housing first - casa che cura"

L'iniziativa Coltiviamo i vostri progetti sta per concludersi: ora non si possono più raccogliere cuori, ma fino al 5 febbraio avete tempo per donarci quelli che avete già raccolto. Vi ricordiamo che se li donate online i cuori valgono il doppio! ❤️❤️
Aiutateci a fare la differenza sostenendo il nostro progetto "Housing First - Casa che cura"!
Il codice del nostro progetto è 18. Maggiori informazioni a questo link
🏠 Il progetto, realizzato da APAS, ATAS e Fondazione Comunità Solidale, mira ad aprire un alloggio per accogliere persone senza dimora e permettere loro, dopo anni di vita in strada, di ricominciare una vita autonoma con il supporto di operatori e volontari

Buone feste da tutta Atas onlus!

OOOAÀ - QUESTA NON È SOLO UNA SFILATA

“OOOAÀ” è la chiamata delle protagoniste all’evento centrale del progetto C.A.M.M.I.N.O. - Cambio Abito Mentre Mi Immedesimo Nell’Obiettivo. Domenica 7 novembre, ore 15:30, presso la Sala Marangonerie del Castello del Buonconsiglio, il cliché della sfilata sarà l’opportunità, per queste donne, di vedersi piuttosto che essere viste, e di riconoscersi in tutta la forza e la bellezza guadagnata lungo il percorso. Chi le vedrà potrà cogliere, nel loro C.A.M.M.I.N.O., alcuni messaggi che portano al di la delle barriere degli stereotipi. “Non siamo solo il nostro vissuto – dicono – siamo soprattutto ciò che questo vissuto ci ha fatto divenire”. Ecco il messaggio di OOOAÀ, una chiamata alla rinascita! Un progetto realizzato con il contributo finanziario della Provincia Autonoma di Trento, curato dall’ente capofila Casa Accoglienza alla Vita Padre Angelo Onlus in partnership con ALFID, ATAS, ANFFAS e con la collaborazione di professionisti sensibili al tema. La partecipazione è libera su prenotazione: scrivere a cammino.tn@gmail.com o chiamare il 340 7302546 entro il 5 novembre.

WEBINAR HOME SWEET HOME

Il primo ottobre alle 10:00 in occasione della Settimana dell'Accoglienza, Atas insieme al CNCA organizza il webinar "Abitare. Home Sweet Home: provenienze, politiche e prospettive"
L’abitare è una delle chiavi di lettura dei processi di relazione tra la nostra società e le persone migranti. Una constatazione da cui il Gruppo tematico “Migrazioni” del Cnca è partito per avviare riflessioni e confronti finalizzati ad approfondire e ampliare lo sguardo alla ricerca delle trasversalità, connessioni e proposte su cui lavorare sul piano nazionale, ma anche territoriale. Il diritto all’abitare va ben oltre i bisogni delle persone migranti. Esso attraversa il bisogno di studenti, anziani soli, lavoratori precari o con basso reddito; il tema del reddito influenza oggi fortemente le possibilità di godere del diritto all’abitare. È evidente che abbiamo bisogno di politiche pubbliche capaci di andare oltre le soluzioni creative una tantum che non possono soddisfare la complessità e la vastità delle nuove istanze rispetto al diritto alla casa
Per partecipare iscrizione obbligatoria a questo link:
https://tinyurl.com/HomeSweetHomeCasa

È ORA DI SCEGLIERE - S.O.S.-TENIAMOCI

Contiamo su di te! - è ora di scegliere - S.O.S.-teniamoci!
Sabato 25 settembre 2021 puoi partire con il CAV Rovereto alle ore 15.30 dal Colle di Miravalle o raggiungerli alle 17.30 in Piazza delle Erbe Cammineremo insieme dalla Campana dei Caduti fino al centro città, per dire a gran voce che noi abbiamo fatto una scelta. Abbiamo scelto la pace, l'accoglienza, la promozione e difesa dei diritti umani, la difesa dell'ambiente. Abbiamo scelto il futuro, consapevoli che questo implica il nostro impegno nel presente. Siamo in tantə, lavoriamo sul territorio in rete e abbiamo a cuore la comunità.
Sappiamo che anche le nostre piccole scelte quotidiane possono cambiare il corso della storia, ma chiediamo a gran voce che vengano fatte anche grandi scelte politiche, perché abbiamo urgenza di salvare il pianeta, e con lui tutte le comunità umane che lo abitano.
O ci salveremo tuttə o non si salverà nessunə!
O siamo capaci di promuovere i diritti di tuttə o non ci saranno diritti per nessunə!
Perché nessunə resti solə!
Come ormai è d'abitudine in occasione della Settimana dell'Accoglienza promossa dal CNCA, le associazioni di Rovereto, guidate dal gruppo promotore del CAV (Coordinamento Accoglienza Vallagarina), hanno deciso di promuovere un'azione simbolica collettiva. Quest'anno il CNCA ci ha proposto il tema della sostenibilità inteso in senso ampio, titolando la settimana “Da comunità che sostengono, a comunità sostenibili”. A Rovereto e Vallagarina abbiamo deciso di sottolineare l'aspetto della “scelta”, come elemento primo e fondamentale per produrre i cambiamenti che vogliamo e di cui il pianeta e le nostre comunità hanno urgente bisogno. Una scelta che è in primis individuale, ma che poi deve diventare collettiva. Abbiamo infatti bisogno di tante piccole scelte, le nostre, quelle quotidiane. E chiediamo a gran voce che vengano fatte anche grandi scelte politiche.
Nei mesi di settembre e ottobre sono tanti i soggetti che a Rovereto e dintorni offriranno eventi culturali, sociali, di approfondimento e promozione delle tematiche dei diritti e della sostenibilità: Moltiplicazioni ci accompagnerà a scoprire l'Agenda 2030, Oriente Occidente ci offrirà possibilità di dialogo e ascolto, il Forum Trentino per la Pace ci aiuterà a capire l'attualità dell'Afghanistan (che ci sta particolarmente a cuore).
Nel rispetto e per valorizzare questi appuntamenti, abbiamo quindi deciso di non aggiungere altre attività, ma di trovare il modo di tornare all'origine del legame che ci unisce: la collaborazione fra di noi sul territorio per crescere come comunità, la promozione dei diritti per tuttə, l'accoglienza e la volontà di costruire il futuro che vogliamo. Abbiamo quindi programmato per il pomeriggio del 25 settembre 2021, una camminata dal titolo: “Contiamo su di te! - è ora di scegliere - S.O.S.-teniamoci!” che ci porterà dal Colle di Miravalle, luogo simbolo della pace e dei diritti umani, al centro città (piazza delle Erbe). Ci vestiremo tutti e tutte con qualche indumento o accessorio BIANCO e/o ROSSO per essere riconoscibili, invitiamo anche i e le partecipanti a fare lo stesso. L’attività è realizzata con il patrocinio e sostegno del Comune di Rovereto.
Noi Santa Caterina, Associazione Atas onlus, Lucicate, Forum Trentino per la Pace, Fondazione Campana dei Caduti, Fondazione Comunità Solidale, Cedas Rovereto, ANPI, Comunità Murialdo Trentino Alto Adige IS, Centro Astalli TN, Fondazione Famiglia Materna, coop. Girasole, La Foresta, Centro Pace Ecologia e Diritti Umani, coop. Il Ponte, coop. Amalia Guardini, coop. Punto d’Approdo, Risonanze e Cooperativa sociale Smart, Associazione Ubalda Bettini Girella - Centro Multiculturale Intercity Ramblers, Cantiere Famiglia, Casa delle donne e osservatorio cara città, Tam Tam per Korogocho e Raab, Quilombo Trentino, CAVA, Mlal, Coop. Iter, Minicoro Rovereto, Noi Oratorio Borgo Sacco, ARAS, Vivila in 3D, Moltiplicazioni L’attività è stata programmata nel rispetto delle misure di prevenzione covid19, per accedere alla Campana e alla zona transennata della piazza sarà necessario esibire il green pass.
In caso di forte pioggia, ci si ritroverà direttamente alle 17.30 in piazza delle Erbe.
Per informazioni: cavaccoglienza@gmail.com - 3297664488

MOSTRA "#IORESTOACASA - VOCI DI CHI NON HA CASA"

Dal 22 al 25 ottobre alla Sala Conferenze della Fondazione Caritro è aperta la mostra audio-fotografica del Progetto culturale #iorestoacasa - Voci di chi non ha casa.
La mostra è il primo evento ufficiale organizzato dal Progetto ed è un’occasione per presentare alla popolazione le testimonianze audio e fotografiche raccolte. Testimonianze che raccontano vite ed esperienze di persone senza dimora a Trento, che con la pandemia si sono trovati ad affrontare nuovi problemi e nuovi disagi. #iorestoacasa era il motto del primo lockdown, un motto che richiamava l’intera comunità alla responsabilità individuale e civica indicando i comportamenti corretti da seguire per arginare la pandemia. Un motto che però suonava come una beffa per chi si trovava in strada, che in quel periodo rischiava addirittura di essere multato perché non aveva una casa nella quale stare.
Nella mostra i visitatori possono ascoltare il podcast del Progetto, realizzato dai collaboratori Davide Grotta e Gabriele Borghi a partire da dodici interviste a persone senza dimora, tramite sei postazioni distribuite nella sala e vedere le foto scattate dal giovane fotografo Oleh Rud, che ritraggono la Trento vissuta dalle persone senza dimora e che saranno proiettate in loop su uno schermo.
La mostra si è aperta con una serata di inaugurazione mercoledì 22 e sarà aperta giovedì 23 e venerdì 24 dalle ore 18 alle ore 20 e sabato 25 dalle ore 10 alle ore 12.
La mostra è realizzata con il patrocinio del Comune di Trento e si inserisce all’interno del programma della settima edizione della Settimana dell’Accoglienza 2021, organizzato dal CNCA Trentino Alto Adige.
Per accedervi sarà necessario esibire il Green Pass

RIAPRONO LE CANDIDATURE PER I PROGETTI SCUP

Sono nuovamente aperte le candidature al progetto di servizio civile "LAVORATTIVAMENTE II - orientare alla ricerca del lavoro"
Con il progetto ATAS onlus offre un supporto nella ricerca del lavoro alle persone che si rivolgono allo sportello quotidiano e agli ospiti dei propri alloggi, soprattutto cittadini di origine straniera. Allo stesso tempo propone ai e alle giovani in Servizio Civile la possibilità di agire attivamente nell'ambito del lavoro sociale e sviluppare conoscenze, competenze e strumenti per la ricerca attiva del lavoro, in un ambiente stimolante e affiatato.
Candidati entro il 12 settembre 2021 andando sul sito www.serviziocivile.provincia.tn.it e segui questi due step:
1. aderisci allo SCUP (Servizio Civile Universale Provinciale)
2. candidati al nostro progetto, il progetto SCUP PAT "LavorAttivamente II: orientare alla ricerca del lavoro"
Il progetto ha durata di 12 mesi e partirà il primo ottobre 2021. Vedrà coinvolti/e fino a 2 giovani in servizio civile.
Maggiori info sul Progetto a questo link:
https://serviziocivile.provincia.tn.it/content/view/full/5947 o contatta il numero 0461 - 263330

RIAPRONO LE CANDIDATURE PER I PROGETTI SCUP

Riaprono le candidature per il progetto di servizio civile "STRATEGICAMENTE SOCIALE II - comunicazione e fundraising nel no profit"
Atas onlus offre un'esperienza nell'ambito della comunicazione classica, social media, fundraising, e progettazione partecipata di iniziative ed eventi.
Candidati entro il 31 agosto 2021 andando sul sito www.serviziocivile.provincia.tn.it e segui questi due step:
1. aderisci allo SCUP (Servizio Civile Universale Provinciale)
2. candidati al nostro progetto, il progetto SCUP PAT "Strategicamente Sociale II - comunicazione e fundraising nel no profit"
Il progetto ha durata di 12 mesi e partirà il primo ottobre 2021. Vedrà coinvolto/a un/una giovane in servizio civile.
Maggiori info sul Progetto a questo link:
https://serviziocivile.provincia.tn.it/content/view/full/5948. Oppure potete scrivere nell'inbox di Facebook, via mail a area.progetti@atas.tn.it o telefonare al 349 177 4901

SERATA DI PRESENTAZIONE DEL CAMMINO DI SAN ROCCO

Lunedì 16 agosto 2021 alle ore 20:30 si terrà presso piazza Cal di Ponte a Mori l’evento di presentazione del Cammino di San Rocco, il progetto partecipato di comunità e di valorizzazione territoriale nato all’interno del nostro progetto di comunità GenGen.
Associazioni e singoli cittadini stanno creando insieme un percorso di 85 chilometri che in cinque giorni attraverserà i territori di Mori, della Val di Gresta e dell'altopiano Brentonico alla scoperta di meraviglie culturali e paesaggistiche e dei capitelli sparsi sul territorio dedicati a San Rocco, protettore dalle epidemie, dei pellegrini e dei volontari.
L’evento inizierà con la presentazione dei lavori finora svolti dal gruppo promotore del progetto. A seguire vi sarà un'“anguriata” per tutti i partecipanti, accompagnanti dalla musica di “The Age Trio”, presentato dal Gruppo “Rock e Altro”.
In caso di pioggia l’evento si svolgerà presso l’Auditorium Comunale di Mori. La partecipazione richiederà la presentazione del Green Pass.
Le associazioni impegnate nella realizzazione dell'evento sono: PassapOrto, SAT Mori, Gruppo ALBORA, BuonuMori, Noi Oratorio, Circolo Arci Mori, Centro socio-educativo APPM, SAT Brentonico, SAT Val di Gresta, Circolo Arci “Ugo Winkler” Brentonico, Casa Sociale di Tierno.

UNA CASA PER TUTTI

Il progetto Una Casa Per Tutti sta cercando proprietari di immobili disponibili ad affittare a stranieri nella zona di Rovereto.
Il progetto è nato con l'obiettivo di facilitare l'accesso al mercato privato degli affitti di cittadini stranieri percettori di reddito e residenti nel Comune di Rovereto, che sarebbero altrimenti in difficoltà a reperire autonomamente un’abitazione.
Per maggiori informazioni potete chiamare al 0464 432230 o scrivere alla mail unacasapertutti@atas.tn.it per prenotare un appuntamento allo sportello presso la sede di ATAS in Via della Terra 49 a Rovereto.
Grazie alla sensibilità di un proprietario di Rovereto che ha colto il valore innovativo di Una Casa Per Tutti e ne ha condiviso le finalità e grazie alla mediazione di un consulente immobiliare che collabora al progetto, da ottobre verrà realizzata una prima coabitazione tra 4 persone in un alloggio a Lizzana
Il progetto è promosso dal Servizio Attività Sociali del Comune di Rovereto e realizzato da ATAS Onlus, Croce Rossa Italiana – Comitato di Trento, Fondazione Comunità Solidale/Caritas Diocesana e Associazione Lucicate.

NUOVA OPPORTUNITÀ PER I/LE GIOVANI CON LO SCUP

APERTO ALLE CANDIDATURE il progetto di servizio civile SCUP "STRATEGICAMENTE SOCIALE II - comunicazione e fundraising nel no profit"
Atas onlus offre un'esperienza dalla durata di 12 mesi nell'ambito della comunicazione classica, social media, fundraising, e progettazione partecipata di iniziative ed eventi.
Sarà possibile candidarsi entro e non oltre il 25 LUGLIO 2021 seguendo le indicazioni sul sito dello SCUP
Maggiori info sul Progetto a questo link:
https://serviziocivile.provincia.tn.it/content/view/full/5948 .
Oppure potete scrivere nell'inbox di Facebook, via mail a area.progetti@atas.tn.it o telefonare al 349 177 4901

NUOVA OPPORTUNITÀ PER I/LE GIOVANI CON LO SCUP

Con il nuovo progetto SCUP "LavorAttivamente II" ATAS onlus offre un supporto nella ricerca del lavoro alle persone che si rivolgono allo sportello quotidiano e agli ospiti dei propri alloggi, soprattutto cittadini di origine straniera. Allo stesso tempo propone ai e alle giovani in Servizio Civile la possibilità di agire attivamente nell'ambito del lavoro sociale e sviluppare conoscenze, competenze e strumenti per la ricerca attiva del lavoro, in un ambiente stimolante e affiatato.
Candidati entro il 26 luglio 2021 andando sul sito www.serviziocivile.provincia.tn.it e segui questi due step:
1. aderisci allo SCUP (Servizio Civile Universale Provinciale)
2. candidati al nostro progetto.
Il progetto SCUP PAT "LavorAttivamente II: orientare alla ricerca del lavoro" ha durata di 12 mesi con partenza l'1 settembre 2021 e vedrà coinvolti/e fino a 2 giovani in servizio civile. I colloqui si terranno dal 27 al 29 luglio
Maggiori info sul progetto:
https://serviziocivile.provincia.tn.it/content/view/full/5947
Oppure contatta il seguente numero: 0461 - 263330

ASSEMBLEA ORDINARIA DI ATAS ONLUS 2021

L'8 luglio si è svolta l'assemblea ordinaria di ATAS presso il NEST a Trento.
L'assemblea di quest'anno è iniziata come consuetudine con la Relazione del Consiglio di Amministrazione e della Direzione sull'anno trascorso: un anno complicato in cui Atas ha attraversato il complicato periodo la pandemia senza ridurre i propri servizi e continuando ad offrire sostegno ai propri utenti nelle loro fragilità, che rischiavano di essere dirompenti, ha continuato con entusiasmo a portare avanti i propri valori e promuovere l' inclusione delle persone migranti nella comunità trentina; ha saputo sviluppare ed affrontare nuove sfide, fino a promuovere percorsi di turismo di comunità e processi di sviluppo di comunità.
A seguire è stato presentato il Bilancio sociale 2020 che presto sarà reso accessibile a tutta la Comunità.
L'ultima parte dell'Assemblea è stata dedicata al dibattito per immaginare il futuro di Atas e le prospettive di sviluppo dell'Associazione.
Un sentito ringraziamento per tutti i presenti.

TRENTO. VOCI E LUOGHI DI CHI NON HA CASA

È arrivato il libretto Trento - Voci e luoghi di chi non ha casa, il secondo prodotto del progetto #iorestoacasa - voci di chi non ha casa. Il libretto descrive e racconta la Trento vissuta dalle persone senza dimora, attraverso gli scatti del giovane fotografo Oleh Rud accompagnati da citazioni tratte dalle interviste che abbiamo raccolto. Il libretto è disponibile anche in versione digitale e lo potete sfogliare a questo link https://archive.org/details/trento-voci-e-luoghi-di-chi-non-ha-casa/mode/1up
Per rimanere sempre aggiornati sull'andamento del progetto seguite le pagine facebook ed instagram.

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO 2021

Atas torna in piazza in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2021.
L’iniziativa organizzata in occasione della giornata si intitola “R-Esistenze!”, per riflettere sulle strategie positive messe in campo per far fronte alle difficoltà, non da ultime quelle legate alla pandemia, imparando questa capacità proprio dai migranti forzati, così spesso protagonisti di vicende drammatiche e di percorsi di rinascita.
L'iniziativa si svolgerà su due giorni:
il 19 giugno si svolgerà in piazza Bernardo Clesio a Rovereto: dalle 15.30 sono previste diverse attività fra cui laboratori creativi, presentazioni di libri, musica, cinema.
il 20 giugno si svolgerà invece una camminata di comunità a Mori su un segmento del tracciato del Cammino di San Rocco.

SCEGLI ATAS ONLUS PER IL TUO 5X1000

A COSA CONTRIBUISCI?
Il 5x1000 ti permetterà di destinare una piccola parte delle tue tasse alla nostra associazione e sostenere così i servizi e i progetti volti all'inclusione sociale delle persone vulnerabili e al sostegno delle reti sociali, senza alcun costo.
COME FARE?
È semplicissimo: nel modulo della Dichiarazione dei redditi (730, CUD, Unico) trovi il riquadro per la “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”. Firma e inserisci il codice fiscale 01280230226 nello spazio dedicato al “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale”.
SCADENZE
Di seguito il calendario delle principali scadenze fiscali per la dichiarazione dei redditi 2021 aggiornato con le proroghe del MEF del 13 marzo 2021.
Invio telematico della Certificazione Unica: 31 marzo 2021
Modello 730 precompilato: 30 settembre 2021
Modello 730 ordinario: 30 settembre 2021
Modello 770/2021: 2 novembre 2021
Modelli redditi PF, SC, SP, ENC: 30 novembre 2021

PODCAST #IORESTOACASA - VOCI DI CHI NON HA CASA

Il Podcast del Progetto "#iorestoacasa - voci di chi non ha casa" è arrivato!
Il Podcast è il primo prodotto del Progetto, partito ad ottobre 2020 per iniziativa di Atas onlus, Il Gioco Degli Specchi APS e Cooperativa Punto d’Incontro, sostenuto dalla Fondazione Caritro, ed è stato realizzato da Davide Grotta e Gabriele Borghi. In cinque puntate raccontiamo le storie, i pensieri, i timori e le speranze di dodici persone senza dimora che hanno vissuto il lockdown a Trento, in relazione alla pandemia e con uno sguardo intimo e personale, non privo di profondità e riflessioni più ampie legate alla propria condizione esistenziale nella società.
Il podcast è andato in onda in anteprima su Radio Tandem in cinque giornate a partire dal 21 maggio e si può ora ascoltare su Spotify.
Per rimanere aggiornati sul progetto seguite le pagine facebook e instagram

UNA CASA PER TUTTI

Parte Una casa per tutti, un progetto a Rovereto coordinato da ATAS e che vede partner il Comune di Rovereto, l'Associazione Lucicate, il Comitato di Trento della Croce Rossa Italiana e Fondazione Comunità Solidale.
Il Progetto ha l'obbiettivo di migliorare l’accesso all'alloggio dei cittadini stranieri residenti nel Comune di Rovereto, un accesso spesso reso più difficile dalla carenza di reti e di informazioni rispetto alla contrattualistica e alla gestione della casa, ma anche a causa della diffidenza su basi culturali da parte degli agenti e proprietari immobiliari. Il Progetto si propone dunque di attivare un processo generativo di Comunità, finalizzato a colmare gradualmente questo divario operando su diversi piani interconnessi: culturale, civile ed economico.
In un periodo di crisi come quello tutt'ora in corso, affrontare il tema della ricerca della casa per le persone straniere, provando a mettere in dialogo i proprietari e i possibili locatari, è un'iniziativa ancor più necessaria, considerando le difficoltà oggettive date dall'incontro fisico tra persone e le fatiche che necessariamente in quest’anno alcune persone stanno affrontando.

PODCAST #IORESTOACASA - VOCI DI CHI NON HA CASA

Il podcast del progetto "#iorestoacasa - voci di chi non ha casa" è in arrivo ed andrà in onda a partire dal 21 maggio su Radio Tandem. Potrete ascoltare le esperienze delle persone senza dimora intervistate direttamente dalle loro voci.
In ognuno dei cinque giorni di programmazione, andranno in onda a rotazione 3 delle 5 puntate del podcast, rispettivamente alle ore 9:30, 13:30, 17:30.
Potrete seguire la diretta sulla frequenza 98.400 a Bolzano e Bassa Atesina o sul sito di Radio Tandem www.radiotandem.it.
Successivamente il podcast sarà reso disponibile gratuitamente online e sarà ascoltabile su diverse piattaforme streaming.
Per rimanere aggiornati sul progetto seguite le pagine facebook e instagram

VITA IN CENTRO - ATTIVAMENTE CITTADINANZA

VITAinCENTRO - Attivamente Cittadinanza! Stop! Write and go! fermati! scrivi e vai!
Il Comune di Rovereto ha aderito alla Settimana Civica “Noi come cittadini. Noi come popolo” che si è svolta dal 19 al 25 aprile 2021, evento promosso dal Coordinamento nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani. Anche ATAS onlus, con il progetto VITAinCENTRO, ha voluto essere presente, promuovendo l’iniziativa Attivamente Cittadinanza!
Si è trattato di azioni itineranti in città che hanno favorito un confronto aperto sul tema della cittadinanza e dei/delle cittadini/e attivi/e. I e le passanti sono stati/e invitati/e a interagire e riflettere a partire da alcune domande allestite su pannelli mobili in un confronto e dialogo continuo (e sicuro) promosso nei luoghi della quotidianità.
L’idea era quella di esplorare cosa intendono i/le cittadini/e con la parola cittadinanza, quali sono le “pratiche di cittadinanza” – ossia le relazioni quotidiane tra i/le cittadini/e, fra cittadino/a e la comunità e fra le comunità e le istituzioni, cosa si aspettano dall’educazione alla cittadinanza, ora materia obbligatoria a scuola.
Le domande proposte hanno cercato di approfondire l’ambito dei significati, delle pratiche e della formazione. Toccherà ora a noi, rielaborare le risposte raccolte per restituirle alla comunità. Intanto vi anticipiamo questa: “La prima parola che ti viene in mente quando senti la parola cittadino/a…?”
VITAinCENTRO con le sue azioni, propone di partire dal presupposto che la cittadinanza prende forma anche sulla base del modo in cui si pratica. Vuole provare a rendere visibile che il destino di questo grande strumento di inclusione, coesione e sviluppo, è nelle mani di tutti noi; per passare dalla passività appresa all’apprendimento della speranza.

VOCI DI CHI NON HA CASA - IL RACCONTO È INIZIATO

Cosa significa casa per una persona senza dimora?
La casa è “una porta che chiudi per te” ci dice H, “un piccolo luogo di pace” afferma Ba, un luogo che protegge dal freddo e dai pericoli della strada, come ci spiegano R e Bi. Per chi una casa la ha e l’ha sempre avuta possono sembrare concetti banali, ma non lo sono affatto per le persone senza dimora. Ormai abituate alla strada, queste persone convivono con la precarietà e l'insicurezza spesso da anni, ed il ricordo di una casa è a volte talmente lontano che diventa difficile da immaginare. "La mia casa? Bah, io non sono tanto bravo a fare i pronostici" racconta Ba "non posso immaginare la casa che posso avere un domani. Se ce l’ho, beato me!"
La casa non è semplicemente un oggetto da possedere: è il punto di partenza per vivere una vita più sicura e serena, un punto dal quale “hai una prospettiva di andare avanti”, come ci dice P, e di poter pensare al futuro e trovare la forza per fare progetti. P ora una casa ce l'ha: grazie al progetto Housing First ha vissuto il cambiamento dalla strada alla casa e questa prospettiva è ora per lui qualcosa di reale e tangibile.
Queste qui sopra sono solo alcune delle voci che animano il nostro progetto. Per ascoltarne altre seguite le pagine facebook ed instagram e condividete i post per diffondere le voci di chi non ha voce.

INSIEME SIAMO UNA FAMIGLIA

Da un anno la pandemia ci sta mettendo alla prova come comunità, limitando gli incontri, cancellando gli abbracci, mascherando i sorrisi. Nonostante il periodo difficile, a Natale, insieme alle associazioni che fanno parte di Una Comunità Intera, abbiamo fatto partire una campagna di raccolta fondi che voleva invitare a stringerci vicino a chi fra di noi è più solo, perché INSIEME SIAMO UNA FAMIGLIA. L'adesione è stata alta ed è la testimonianza che esiste un'Italia che, in silenzio, si stringe intorno ai più fragili. In questo abbraccio tra persone vogliamo garantire l’impegno a trasformare ogni euro in passi di integrazione. Nell'immagine qui sopra potete vedere come intendiamo impiegare le donazioni raccolte. Vicinanza, solidarietà, affetto: vorremmo che siano e rimangano queste le parole chiave della nostra comunità.

CONTINUANO LE ATTIVITÀ DEL PROGETTO "GENGEN"

Il 23 febbraio si è tenuto l’incontro pubblico nel quale è stato presentato il Cammino di San Rocco, un progetto di valorizzazione territoriale nato e sviluppato con la comunità di Mori. L’incontro si è tenuto online ed ha visto una grande partecipazione, con novanta persone collegate contemporaneamente; inoltre il progetto ha ricevuto numerosi riscontri positivi e nuove disponibilità da parte di cittadini e cittadine che desiderano contribuire alla co-progettazione e co-costruzione del Cammino. Il progetto ha ricevuto attenzione anche dalla stampa locale ed il 4 marzo su L’Adige è apparso un articolo a riguardo.
Il lavoro per la mappa di comunità si è spostato sui social, dove sono partite due iniziative. La prima l’abbiamo chiamata Tessere (di) Comunità e prevede che ogni martedì venga posta una domanda attraverso la quale i cittadini, semplicemente commentando sotto il post, possono condividere i propri punti di vista, i ricordi, i particolari significativi di Mori e del suo territorio. La seconda è il Photovoice che vuole invece usare la fotografia come mezzo di partecipazione, invitando i cittadini e le cittadine a pensare come vivono il territorio e a riflettere su ciò che c’è di valorizzabile nei luoghi in cui vivono i suoi abitanti. Alla partenza dell’iniziativa abbiamo posto alcune domande alle quali chi vuole partecipare può rispondere inviando una foto via Whatsapp o via mail: le foto così raccolte saranno poi oggetto di un incontro online di riflessione e confronto, per poi essere condivise con la comunità.
Metti Mi Piace e Segui le attività di GenGen su Facebook e Instagram

PROGETTO "HOUSING FIRST - CASA CHE CURA"

Siamo lieti di comunicarvi che Apas, Atas onlus insieme alla Fondazione Comunità Solidale, ha un Progetto che tutti e tutte insieme potremo sostenere con un piccolo-grande gesto! Abbiamo partecipato al bando “Coltiviamo i vostri progetti” del gruppo Poli, Regina e Orvea. Il nostro Progetto si chiama HOUSING FIRST - CASA CHE CURA ed è rivolto alle persone senza dimora, con l'ambizione di sostenere l'apertura di un nuovo alloggio e a sostegno di iniziative dentro gli alloggi esistenti come la gestione di un orto e dei corsi di cucina per tutti i nostri beneficiari accolti.
COME SOSTENERCI?
Funziona in questo modo: tra il 18 gennaio e il 31 dicembre 2021 si possono accumulare punti Cuore, 1 per ogni 20 euro di spesa. Una volta raggiunti i 10 punti Cuore si può dare una preferenza a uno dei venti progetti.
Al link che segue trovate la scheda completa del nostro Progetto, sul sito del gruppo
https://www.gruppopoli.it/it/coltiviamo-i-vostri-progetti/le-associazioni-della-6-edizione/18-apas-associazione-provinciale-di-aiuto-sociale-_655253_c/

GRUPPO CAMMINO DI SAN ROCCO

Dall’idea di alcune cittadine di Mori e dalla collaborazione con alcune realtà attive sul territorio è nato il Gruppo Cammino di San Rocco che da luglio dell’anno scorso, accompagnato da GenGen, sta lavorando su un percorso di riscoperta del territorio attraverso i capitelli di San Rocco, protettore dalle epidemie e di pellegrini/e e volontari/e.
Pensato per far conoscere il territorio sia agli abitanti stessi che a persone in visita e tessere nuove relazioni, il Cammino intende attraversare i territori di Mori, Ronzo-Chienis e Brentonico, alla scoperta di meraviglie paesaggistiche nascoste, storie passate e presenti, attività di valorizzazione attive sul territorio.
Il Gruppo si è incontrato per co-progettare l’idea, condividere informazioni, costruire la proposta; attraverso diversi sopralluoghi ha esplorato il territorio per definire il tracciato; sta parlando con gli abitanti per intercettare ricchezze e persone che arricchiscano la proposta di nuovi saperi, memorie e disponibilità, verso una progetto di valorizzazione territoriale di comunità. Fino ad ora si sono svolti 8 incontri - alcuni in presenza ed altri on line - , di questi 5 sono state plenarie di co-progettazione e 3 incontri di sottogruppi tematici. In sottogruppi sono stati organizzati 6 sopralluoghi e ad oggi sono state coinvolte 8 realtà e associazioni del territorio. Le persone coinvolte e attivate nel e dal Gruppo sono circa 25, e più di 40 le persone aggiornate e informate.
In occasione della quinta plenaria, tenutasi il 16 dicembre 2020, il Gruppo Cammino di San Rocco ha concluso l’anno presentando la bozza definitiva del tracciato che accompagnerà abitanti, viandanti, ospiti e turisti ad attraversare i territori di Ronzo Chienis, di Mori e dell’Altopiano di Brentonico. Ricerca e raccolta di informazioni, storie e curiosità nascoste, mappature e tracciamenti GPS, sopralluoghi, collaborazioni da attivare, ricettività e ospitalità sono alcune delle attività alle quali il Gruppo vuole ora dedicarsi e sulle quali intende coinvolgere nuove persone. Il Gruppo ha già in programma un nuovo appuntamento in plenaria che si terrà il 21 Gennaio alle 20.00 e un incontro aperto a tutta la cittadinanza per presentare pubblicamente il lavoro svolto fino ad ora ed intercettare nuove disponibilità ed interessi ampliando così la rete di persone coinvolte.
Metti Mi Piace e Segui le attività di GenGen su Facebook e Instagram